sabato 4 giugno 2016

Thoughts on the go

Siamo in quel di Vitoria , Isola di Vancouver British Columbia , a parte la visita entusiastica da Munro's Book , durante una passeggiata ci imbattiamo in una Public Library , generalmente ci entriamo sempre , da quando , in quel di Moab,cittadina nel sud dello Utah , circa 5000 abitanti con un Public Library cosi organizzata ,cosi completa da farci capire che talvolta il lavoro delle piccole comunità fatte di altruismo ,volontariato e soprattutto spirito comune , ma torniamo a Victoria distante qualche migliaia di chilometri , dicevamo entriamo in questa organizzata Public Library , e iniziamo con i soliti luoghi comuni (che però talvolta sono corretti) , da noi non esistono biblioteche civiche così ben tenute , da noi nelle piccole città o nei paese talvolta non esistono neanche le biblioteche e bla e bla e ancora bla , pur avvicinandosi alla verità , non è certo questo il punto , il punto è che la cultura che è alla base della nostra civiltà , non è organizzate in tutti i luoghi nello stesso modo , e diciamo che questo rende la differenza di opportunità tra individui , tutto questo per dire , che uscendo entusiasti dell'organizzazione dei volumi , ci imbattiamo in una bancarella che vende libri per reperire fondi per una associazione , ed ho comprato per ben 5 dollari due volumi , uno molto voluminoso che si intitola " Chronicle of the Wolrd " , Un racconto della storia dalla preistoria al 1998 circa come se ci fossero sempre stati i giornali , quindi articoli di giornali anche per le guerre Puniche , ed il secondo una guida Americana sull'Italia , che vorrei leggere per capire come gli altri vedono noi attraverso la nostra cultura e le nostre spettacolari bellezze storiche.


Nessun commento:

Posta un commento